Ricetta Tradizionale Toscana: PANZANELLA

Select Your Language:
Others Language:
Vai ai contenuti

Ricetta Tradizionale Toscana: PANZANELLA

Ricette di Cucina Italiana by Made in Italy Shop Club
Pubblicato da Made in italy Shop Club in Piatti Unici · 16 Settembre 2021
La panzanella Toscana (visita la bellissima regione cliccando qui) va mangiata a temperatura ambiente, quindi meglio toglierla dal frigorifero un quarto d’ora prima di servirla e non conservarla per più di due giorni. La ricetta originale si presta a tantissime b: si possono aggiungere olive, formaggio fresco, tonno, acciughe, uova sode.



Ingredienti per 4 persone:
8 fette di pane toscano raffermo
2-3 pomodori maturi e sodi
1 cetriolo
1 cipolla rossa grande
Basilico fresco
Olio extravergine di oliva
2-3 cucchiai di aceto di vino bianco
Sale q.b.



Preparazione:
Per preparare la panzanella è meglio partire con un po’ di anticipo visto che il piatto richiede un certo tempo di riposo in frigorifero prima di essere servito: meglio ancora preparare tutto il giorno prima e gustare la panzanella il giorno dopo, quando tutti gli ingredienti hanno avuto modo di amalgamarsi al meglio tra di loro.
Iniziamo dalla cipolla: tagliamola a fettine sottili e lasciamola per almeno un’ora in ammollo in acqua fredda mescolata con un cucchiaio di aceto, in modo che perda il sapore pungente rimanendo comunque saporita.
Nel frattempo, spezzettiamo il pane raffermo in una ciotola e bagniamolo con un po’ di acqua mescolata con un cucchiaio di aceto finché si sarà ammorbidito.
Tagliamo a pezzettini anche il pomodoro e il cetriolo e mettiamoli in un’insalatiera: strizziamo il pane per togliere tutta l’acqua e uniamolo alle verdure sbriciolandolo con le mani. Scoliamo la cipolla dall’acqua e mescoliamola con gli altri ingredienti, quindi aggiungiamo anche il basilico fresco.
Condiamo con abbondante olio toscano, un pizzico di sale e pepe e mettiamo tutto a riposare in frigorifero per almeno un’ora prima di servire.



I nostri Partner:





Seguici anche su:
 
I nostri Partner:



Seguici anche su:
 

Torna ai contenuti